yu-siang-teo-gzjh4cvggcs-unsplash
borghideuropalogo
borghideuropalogo

MENU

MENU

​CONTATTI

​CONTATTI



Via Lussemburgo n.42, Padova/

Piazzale Martesana, Milano
email : borghideuropa@yahoo.com
redazione : info@italiadelgusto.com

Via Lussemburgo n.42, Padova/

Piazzale Martesana, Milano
email : borghideuropa@yahoo.com
redazione : info@italiadelgusto.com

Con lo scopo di valorizzare e promuovere la conoscenza, lo sviluppo e la diffusione delle culture locali in tutte le loro espressioni

Con lo scopo di valorizzare e promuovere la conoscenza, lo sviluppo e la diffusione delle culture locali in tutte le loro espressioni

IL NOSTRO BLOG

italiadelgusto.com @ All Right Reserved 2019 | Sito web realizzato da Flazio Experience

Testata Giornalistica Borghi d'Europa, registrata il 21/05/2019 presso il Tribunale di Treviso, N° Iscrizione 276. Direttore Responsabile: Giorgio Vizioli, Tessera Gionalista N° 171844

italiadelgusto.com @ All Right Reserved 2019 | Sito web realizzato da Flazio Experience

Testata Giornalistica Borghi d'Europa, registrata il 21/05/2019 presso il Tribunale di Treviso, N° Iscrizione 276. Direttore Responsabile: Giorgio Vizioli, Tessera Gionalista N° 171844

LE DEGUSTAZIONI D’INIZIO 2024: L’EVENTO AUTOCTONO SI NASCE A MILANO

2024-02-02 17:56

Admin

News,

LE DEGUSTAZIONI D’INIZIO 2024: L’EVENTO AUTOCTONO SI NASCE A MILANO

All’Hotel Melià un ampio banco degustazione promosso da GowineMilano, 2 Febbraio 2024-L’Italia conta nella sua interezza un’incredibile quantità di vi

All’Hotel Melià un ampio banco degustazione promosso da Gowine

Milano, 2 Febbraio 2024-L’Italia conta nella sua interezza un’incredibile quantità di vitigni autoctoni, sia a bacca bianca che nera (circa 350), ovvero quelle particolari varietà che vengono coltivate solamente (e mai trapiantate in altri areali) nel luogo di provenienza.

Un ricco patrimonio di biodiversità legato a doppio filo col territorio, che necessita una grande valorizzazione e allo stesso tempo anche tutela e difesa nell’universo agricolo, puntando senza se e senza ma all’alta qualità.

La valorizzazione del vino autoctono è da anni una mission per i comunicatori della Testata Giornalistica Borghi d’Europa, soprattutto all’interno del Percorso d’Informazione “Eurovinum, i Paesaggi della Vite e del Vino”, dove vengono raccontati vini, territori e persone, seguendo i principi dell’interculturalità.

Un appuntamento mirato di grande interesse è stato il Banco d’assaggio “Autoctono si Nasce”, promosso da Gowine e giunto a Milano alla quindicesima edizione, svoltosi nella location dell’Hotel Melià il 26 Gennaio u.s. .

 

L’evento ha visto presenti circa 60 vitigni autoctoni italiani, suddivisi tra Cantine partecipanti e un’ampia selezione di etichette nella parte Enoteca, richiamando l’interesse sia degli operatori del settori che degli enonauti.

Gli assaggi di Borghi d’Europa al Banco di Gowine:

In Sicilia della Cantina Horus di Vittoria (Rg) il Sicilia Grillo Doc Sole e Terra e il Blend Sicilia Rosso Doc Corda Pazza (da uve Sirah, Frappato e Nero d’Avola), poi di Tenute Camilleri di Campobello di Licata il Grillo Sicilia Doc e il Rosato Fermo Sicilia Doc 100% Nerello Mascalese, infine nella parte Enoteca della Cantina Alessandro di Camporeale (Pa) il Sicilia Bianco Catarratto Benedè 2022 e il Sicilia Bianco Grillo Vigna di Mandanova 2022.

In Puglia, nella parte Enoteca, dell’Azienda Agricola Santa Lucia di Corato (Ba) apprezzati il Puglia Igp Fiano Gazza Ladra 2022 e il Castel del Monte Rosso Il Melograno 2020 (100% uva Nero di Troia).

In Abruzzo, sempre nella parte Enoteca, il Pecorino Collecivetta 2022 e il Montepulciano d’Abruzzo Testa Rossa Riserva 2019 di Pasetti di Francavilla al Mare nel Chietino, mentre dalle Marche, interessante e poco conosciuto il Bianco Colli Maceratesi Doc (100% uva Ribona) di Cantina Sant’Isidoro di Colbuccaro di Corridonia (Mc) e poi il Verdicchio di Matelica Sainale 2022 e quello Riserva Godenzia 2021 di Enzo Mecella di Fabriano (An),

In Toscana, precisamente da Bagno a Ripoli (Fi), è stato degustato il Rosso Ema, a base di Sangiovese e piccole percentuali di varietà autcotone locali della Cantina Podere Ema, fresco e abbastanza morbido.

Da Negrar di Valpolicella (Vr),il  Valpolicella Ripasso DOC Classico Superiore 2020 Regolo e l’Amarone della Valpolicella DOCG Classico 2017 Reius di Sartori di Verona, mentre da Prepotto (Ud) in Friuli, lo Schioppettino e i bianchi Friulano e Ribolla Gialla di Valerio Marinig.

Infine, dalle dolci Colline Novaresi in Alto Piemonte la Vespolina Doc Bona e il Matto Ghemme Docg della Cantina I Dof Mati, mentre dai Colli Tortonesi il Timorasso Doc Brezza d’Estate de I Carpini, presenti nell’angolo dedicato a Piccole Vigne del Piemonte.

Questa 15* edizione del Banco d’assaggio Autoctono si Nasce a Milano è stato un ampio viaggio volto a conoscere maggiormente il ricco patrimonio di varietà indigene del Belpaese, che contiunueranno ad essere comunicate da Borghi d’Europa.

In alto i calici!

 

Alessio Dalla Barba

 

421798306_10230786242341796_4855622438738316507_n.jpeg
422664555_10230786243981837_1223518657224091276_n.jpeg
francisco-ghisletti-rzrij8c0860-unsplash

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le novità dell'Associazione