BORGHI D’EUROPA 2017: BOLLICINE DI MONTAGNA


Grandi Spumanti Altoatesini in degustazione all’Hotel Westin di Milano

Milano, 7 Febbraio 2017- I comunicatori delle Associazioni Borghi Europei del Gusto e l’Altratavola erano tra i circa 200 appassionati enonauti, che hanno avuto il piacere di degustare straordinari spumanti Metodo Classico di cinque Cantine Altoatesine, mercoledì 2 febbraio u.s. . presso la location classica dell’Hotel Westin in centro a Milano, che è sede dei corsi e degli eventi promossi dall’Ais Milano.

Si è trattato dell’annuale appuntamento chiamato “Bollicine di Montagna”, molto coinvolgente, dove gli enonauti presenti hanno potuto deliziare i propri palati con delle grandi bollicine: sono stati degustati il Brut, l’Extrabrut, il Blanc de Blanc, l’Arunda Cuvèe Marianna, la Riserva 2011 e l’Arunda Rosè per l’omonima cantina, poi per Lorenz Martini il Comitissa Brut Riserva 2011, per la nota Kettmeir il Brut “Athesis” 2013 e il Rosè Brut “Athesis” , poi il Praeclarus Cuvèe St. Pauls Brut per la Cantina St. Pauls , ed infine il Brut Nature e il Rosè della Cantina Caldaro.

Va ricordato che tutti i Metodo Classico dell’Alto Adige vengono prodotti sin dall’inizio del Novecento e che vengono usate esclusivamente uve di Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero, rappresentative di un territorio che va oltre i 1000 m sopra il livello del mare , con un clima molto variabile, viste le frequenti escursioni termiche.

Secondo il disciplinare, uno spumante altoatesino deve fermentare coi lieviti per almeno 15 mesi, ma tutti questi grandi vini degustati all’Hotel Westin hanno avuto un periodo di fermentazione decisamente più alto, segno che i produttori conoscono veramente bene il proprio territorio e lo sanno valorizzare nella maniera più adeguata.


Dott. Alessio Dalla Barba

Create a website