FERROVIE NON DIMENTICATE E SAPORI: L’OSTERIA DEL BINARI

 

Per il progetto d’informazione e valorizzazione dei percorsi de Le Ferrovie Dimenticate

 

 

Milano, 21 Marzo 2018- A Milano, in zona Navigli, è situata la stazione ferroviaria di Porta Genova, snodo importante per muoversi coi treni locali lombardi e, vicino ad essa, nella rinomata Via Tortona sorge dal 1972 l’Osteria del Binari, che l’attuale proprietà trasformò in locale tipico della tradizione culinaria milanese la parte del Dopolavoro ferroviario con la bocciofila presente.

La zona attorno a Porta Genova è cresciuta molto a livello d’immagine negli ultimi anni, per le varie manifestazioni (Fuorislaone e Fashion Week) e luoghi di cultura istituitisi via via, così che nel 2007 è stato aperto il Caffè del Binari, per dare un servizio in più al pubblico sempre più competente e consapevole verso il mondo del gusto.

I comunicatori dell’Italia del Gusto hanno deciso di visitare l’Osteria del Binari, perché interessati a cercare nuove realtà tipiche, che fanno parte del patrimonio enogastronomico del progetto “Ferrovie Dimenticate”.

L’Osteria Del Binari propone una cucina di tradizione milanese con piatti piuttosto elaborati: per questo motivo è aperta solo a cena e meglio se su prenotazione, anche se per cordialità e spirito professionale si cerca di accogliere e far sedere ogni cliente, a cui viene sempre dato il benvenuto a tavola con un cestino di pane e focacce fatte in casa, con pinzimonio di verdure crude e patè di fagianella, assieme a una flute di spumante.

In cucina è sviluppata sia la parte pasticceria che la parte panetteria e, per ogni tipologia di piatto,un cuoco, che viene sempre supervisionato dallo Chef Capo.

Vengono preparati piatti classici milanesi come gli Ossobuchi con risotto bianco in gremolada, il risotto saltato (ovvero schiacciato in padella), i Rustin negàa (nodini di vitello cotti per lungo tempo in bassa temperatura) e i Mondeghili (delle polpettine di carne) ai quali col tempo sono stati affiancati altri piatti di tradizione regionale italiana come la Fiorentina Toscana, le costate di Fassona Piemontese, il filetto di branzino in crosta e il tris di salmone, tonno e pesce spada affumicati.

Sui vini, la clientela ha l’imbarazzo della scelta: la cantina dell’Osteria vanta circa 250 etichette, tutte di buona fattura e selezionate visitando varie Cantine fuori. Si può infatti passare dal Bonarda del Contadino sino al pregiatissimo Champagne Cristal.

Il Caffè del Binari invece condivide la stessa location dell’Osteria col salone ampio e la veranda fuori della vecchia bocciofila, coperta elegantemente da un pergolato di vite (in estate vengono messi fuori i tavoli) e, naturalmente, lo stesso accurato staff di persone in cucina, che all’ora di pranzo propone piatti più veloci per la clientela.

La connessione tra Osteria e binari ferroviari è importante perché trasmette inconfutabili valori di tradizione e di buona cucina, è auspicabile che questo storico locale di Via Tortona continui a lavorare bene, coniugando tradizione e modernità in una zona del Milanese, che è enormemente cresciuta negli ultimi anni.

Alessio Dalla Barba

6ca9c4f11ea089a862be9da39bdd6b09
20180320095919
20180320100603
Create a website