20181029110536
20181029110831

GOLOSARIA & FORMAGGITALIA 2018 E FICO EATALY WORLD PER L’ITALIA DEL GUSTO
 

Per la Redazione de l’Italia del Gusto, la fine di ottobre è stata molto proficua, avendo visitato prima in incognito il celeberrimo parco tematico del cibo Fico Eataly World a Bologna e poi presenziando una giornata all’importante rassegna enogastronomica “Golosaria”, giunta alla 13° edizione e affiancata quest’anno da Formaggitalia, nella location del Mico Milano Congressi.

La tappa bolognese a Fico Eataly World è stata molto interessante per comprendere come vengano racchiuse tante tematiche dell’agroalimentare italiano in un’unica sede: in pratica una ricerca totale della biodiversità che l’enogastronomia italiana può raccontare in diversi modi. Per la degustazione del cibo, il ristoro di FICO è molto ampio, potendo vantare una scelta di oltre 40 offerte diverse. Per quanto riguarda il vino, l’Italia del Gusto ha scoperto un notevole Verdicchio di Matelica del 2017, quindi fresco e sapido, ma anche dotato di capacità evolutiva in bottiglia, il “Bianco di Passo Pajano” della Cantina Esanatoglia (Mc) di Alessandro Vecchienti.

A Golosaria invece, per la parte dedicata all’artigianalità casearia, Formaggitalia, grande novità di questa edizione, sono stati molto apprezzati i prodotti del Caseificio Valsamoggia dei Colli Bolognesi, i formaggi a pasta semidura di latte ovino crudo del Caseificio Manfrè di Gibellina (Tp), le eccellenze Dop del Caseificio Val di D’Apsa di Urbino, il Pecorino Toscano Dop del Caseificio Sociale Manciano nel Grossetano, ed infine i formaggi de Le Forbesette di Morterone (Lc).

Dopo dei grandi formaggi, il vino! L’Italia del Gusto ha trovato di notevole fattura i vini dell’Azienda Agricola Biologica Rigogliosi di Partinico (Pa), quelli delle Cantine Giraldi di Rende (Cs), le etichette liguri facenti parte della rete Vite in Riviera (circa 25 aziende vitivinicole e olivicole che operano per la valorizzazione del territorio: grandioso!), i vini della Tenuta Valle del Ferle di Catania, quelli dell’Azienda Agricola Maria Baccellieri di Reggio Calabria, gli ottimi Ischitani di Casa d’Ambra, l’incredibile Gattinara di una gloria come Travaglini, le ottime bolle di Pinot Nero dell’Oltrepo di Roccapietra di Scuropasso ed infine dai Colli Asolani l’interessante rosso autoctono Recantina di Pat del Colmèl di Castelcucco (Tv).

Questa 13° edizione di Golosaria ha avuto qualcosa come 200 produttori e 100 cantine, oltre alla parte di Formaggitalia, confermandosi come una delle rassegne top in Italia per la filiera agroalimentare e vitivinicola.

 

Alessio Dalla Barba

Create a website