index
index2

STREET FOOD DI TRADIZIONE: IL FORNO LUINI IN CENTRO A MILANO


Milano, 04 ottobre 2017- Questa volta, la redazione milanese di Borghi d’Europa si è occupata di street food, ovvero di tutte quelle pietanze e bevande vendute al momento come take away da banchetti provvisori, furgoni e carretti ambulanti e a volte anche da piccoli locali specializzati. Quest’ultima categoria è quella a cui Borghi d’Europa si è più interessata: nei piccoli locali gli alimenti, spesso tipici, non vengono solamente venduti, ma anche preparati.

Una gloria milanese dello street food (o anche fast food) è rappresentata dal forno Luini, in zona Duomo, famosissimo per il suoi panzerotti, che è stato aperto come panificio tradizionale nel 1949, anno in cui la signora Giuseppina Luini col marito Agostino si trasferirono dalla Puglia a Milano, rilevando il panificio storico “Forno di Via Santa Radegonda 16” (fuori c’è ancora l’insegna del 1888!).

All’inizio Luini produceva pane, con vendita al dettaglio e fornitura a hotel e ristoranti del centro, ma poi col passare degli anni il forno si trasformò radicalmente (all’inizio non fu facile e indolore questo grosso cambiamento in termini di vendita) in “Fast food milanese”, specializzato nella preparazione e vendita di panzerotti, come pranzo veloce per operai, impiegati, studenti e manager. Tale trasformazione avvenne per il forte desiderio della signora Giuseppina di proporre alla clientela cibi di tradizione della sua terra nativa, la Puglia: fu così che un giorno trascrivendo ricette tramandate dal nonno trovò quella del panzerotto.

Al posto di pane e grissini, il forno propone il panzerotto “Luini Classico” , fritto con pomodoro e mozzarella, e le varianti con prosciutto, salame, ricotta e spinaci, cipolle e olive, integrale con zucchine e le novità del giorno. Sono poi comparse anche tre versioni al forno (classico, con acciughe e olive nere, con verdure grigliate), ed infine i panzerotti dolci, mezzelune di frolla ripiene ai gusti più svariati (se ne contano ormai 18 varietà).

Altra cosa degna di menzione è che Luini ha saputo mixare il gusto della tradizione pugliese (calzone pugliese, carteddate, torrone pugliese) a quello milanese (castagnaccio, pan meino, polentine), oltre a preparare altri dolci di altra tradizione regionale italiana. Sono prodotti anche diversi tipi di focaccia, mentre c’è ampia scelta per quanto riguarda i soft drink (oltre alle birre, rigorosamente italiane).

Con lo sviluppo sempre più cosmopolita ed internazionale della città Milano, che anche grazie ad Expo 2015 si è innalzata a polo di attrazione economico, culturale e turistico, il Forno Luini ne ha sicuramente beneficiato (specialmente nella seconda parte della manifestazione a settembre e ottobre 2015): infatti la qualità dei panzerotti è apprezzatissima anche da cittadini e turisti stranieri, viste le lunghe code presenti fuori dal locale.

Il futuro per Luini è sicuramente roseo, la cosa importante è mantenere e consolidare l’alta qualità dei prodotti ad un prezzo accessibile, nonostante l’ubicazione centralissima in zona Duomo del Forno di Via Santa Radegonda. Come sempre, l’eccellenza del food, anzi dello street food italico (in questo caso) paga.


Alessio Dalla Barba

Create a website