I VINI DI LOREDAN GASPARINI E DI RONCO BLANCHIS ALLA RASSEGNA D’INFORMAZIONE BORGHI D’EUROPA


Degustati presso il Ristorante Pizzeria dell’Hotel Villa Altura a Ospedaletto Euganeo

Milano 10 Dicembre 2016- La Rassegna d’informazione territoriale Borghi d’Europa che si è svolta tra i comuni di Este, Saletto ed Ospedaletto Euganeo dall’1 al 3 dicembre u.s.  ha visto protagonisti differenti territori, italiani ed europei, che hanno presentato le proprie eccellenze (sia culturali che enogastronomiche) a giornalisti, comunicatori e rappresentanti istituzionali di diversi paesi.

Per quanto riguarda i grandi vini d’autore, il momento più rappresentativo è stato senza dubbio la sera del 2 dicembre scorso, presso la graziosa location del Ristorante e Pizzeria dell’Hotel Villa Altura a Ospedaletto Euganeo, quando dopo la conferenza stampa con l’Ambasciatore dell’Ucraina in Italia, Sua Eccellenza Yevhen Perelygin, i giornalisti dei Borghi Europei del Gusto hanno degustato i bianchi del Collio Friulano del’azienda agricola Ronco Blanchis e i rossi del Montello Trevigiano di Loredan Gasparini.

La cosa curiosa è che ambedue le cantine hanno la stessa proprietà, ovvero la famiglia Palla, che prima nel 1973 ha rilevato la storica cantina Loredan Gasparin di Venegazzù ( il nome deriva dal fondatore il Conte Loredan Gasparini, discendente del Doge di Venezia Leonardo Loredan) , situata nella suggestiva area collinare del Montello, nel cuore dell’Alta Marca Trevigiana e poi in epoca più recente la Ronco Blanchis in provincia di Gorizia.

Per primi sono stati degustati grandi bianchi come il Collio DOC Bianco 2015, il Collio DOC Bianco 2015 Blanc di Blanchis ( un notevole assemblaggio di uve Friulano, Chardonnay e Sauvignon) e il Collio DOC Friulano 2015, abbinati a dei tranci di pizze gourmet, mentre i rossi come il Falconera 2013–Merlot e il famosissimo  Capo di Stato 2011-DOC Montello Venegazzù Superiore (selezione delle migliori uve dallo storico vigneto del 1946 delle “100 piante” con uve Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc ed Malbech) sono stati abbinati a un’ottimo risotto con radicchio e salsiccia.

Questi vini, appartenenti a due diversi e importanti territori, sono stati molto apprezzati e raccontati nella maniera più giusta, segno che la gestione delle due aziende vitivinicole da parte della famiglia Palla è di livello eccelso perché viene ricercata sempre l’alta qualità, da veri poeti della terra!

Dott. Alessio Dalla Barba,

Redazione Borghi d’Europa/Italia del Gusto

Create a website